Ta fotograficzne dla dzieci



Ta fotograficzne dla dzieci

IL VZ 24

LA REPUBBLICA CEKA NASCE NEL 1919.DOPO ACCORDI CON LA MAUSER NEL 1924 LA ZB BRNO DI STATO INIZIO' LA PRODUZIONE SU LICENZA SIA PER L'ESERCITO CHE PER L'ESPORTAZIONE. CON L'OCCUPAZIONE NEL MARZO '39 DA PARTE DEL III REICH, TUTTE LE ARMI VENNERO RICICLATE SENZA ALTRA APPOSIZIONE DI BANCHI RITENENDO PIÙ CHE SUFFICIENTI LE ACCETTAZIONI CEKE (ALL'INIZIO DELLA II GM BEN 11 DIVISIONI TEDESCHE ERANO ARMATE CON ARMI CEKE).IL VZ24 È PRATICAMENTE UN 98K CON MANUBRIO DRITTO E COPRICANNA PIÙ LUNGO AVVOLGENTE LA TACCA DI MIRA.

VZ24 CAL. 7, 92=8X57 MTR. 2019 B4 GRANDE LEONE CEKO, ACCETTAZIONI MILITARI E 36 (=1936) C.Z. SCRITTO PER ESTESO BRNO ECCELLENTI CONDIZIONI, CALCIO E OTTURATORE NON MONOMATRICOLA

CALCIATURA CIVILE NUOVA CON MAGLIETTE PORTABRETELLA

GEWEHER 263(b)  vedi Belgio  2506 mod. 1889/36  

PISTOLE MAUSER C96 e derivati

MAUSER MOD.32

(M.712 con selettore disattivato) CAL. 7, 63 MTR. 86809 WAFFENFABRIK MAUSER OBERNDORF A.NECKAR D.R.P. u.A.P. (che sembrano essere indicazioni di brevetto). VENNE FABBRICATA DALLA MAUSER DAL 1932 AL '38 CON CARICATORE AMOVIBILE DA 10 O 20 COLPI. UN CERTO NUMERO DELLE ULTIME PRODOTTE VENNERO RITIRATE DAI MILITARI, 7.800 DALLA LUFTWAFFE NEL 1940 PER I PORTAORDINI MOTOCICLISTI E PER I REPARTI DELL'ANTIAEREA. HANNO IL MARCHIO DELL'ACCETTAZIONE MILITARE OLTRE AI BANCHI CIVILI. QUELLE NOTE HANNO LE MATRICOLE COMPRESE FRA 83000 E 93000, LA NOSTRA HA SOLO I PUNZONI CIVILI "U CORONA DOPPIO PENTAGONO". OTTIME CONDIZIONI.

CALCIOLO FONDINAMOLTO PROBABILMENTE ORIGINALE MATRICOLATO 89140 + CESTAIN CUOIO REPLICA MARCATA HOFFMANN BERLIN 1916 C/BACCHETTONA DI PULIZIA E TASCHINO PORTACOLPI

PER MAUSER M712 PISTOLA CARICATORE ESTRAIBILE DA 10 COLPI

CALCIO FONDINA ORIGINALE PER MAUSER BOLO

MAUSER MOD.C 96

CAL 7, 63 MTR.45600; IN BASE ALLA MATRICOLA L'ANNO DI COSTRUZIONE RISULTA ESSERE IL 1905: CANE SMALL RING FIANCHI CON FRESATURE STANDARD, ESTRATTORE E PERCUSSORE DEL SECONDO TIPO, SICURA DEL PRIMO TIPO (INSERITA BLOCCA LA CATENA DI SCATTO). L'ARMA È COMPLETAMENTE MONOMATRICOLA, ED È DOTATA DI CALCIOLO FONDINA ANCH'ESSO CON LA STESSA MATRICOLA. MECCANICA PERFETTA, RIGATURA MOLTO BUONA, BRUNITURA BUONA; IN PARTICOLARE SU ALCUNE PARTI LA BRUNITURA HA UNA SFUMATURA DI BLU A CUI NON SIAMO PURTROPPO PIÙ ABITUATI DA DECENNI. IL CALCIOLO IN LEGNO È VENATO ALL'IMBOCCATURA, MA NON VI È AMMANCO DI MATERIALE. PRESENTA I BANCHI COMMERCIALI DI ULM

MAUSER MOD. C96

CAL 7, 63 MAUSER MTR.21060, FIANCHI LISCI, CANE AD ANELLO LARGO (SUI TESTI "LARGE RING"); ESTRATTORE LUNGO PRIMO TIPO, PERCUSSORE SECONDO TIPO. FERRI COME NUOVI CON BRUNITURA ORIGINALE OVUNQUE TRANNE CHE SUL FUSTO (COMUNQUE DI UNA TONALITÀ MOLTO VEROSIMILE); ALCUNI PEZZI SONO DI UN BLU SENSAZIONALE! MECCANICA E RIGATURA PERFETTE. PRESENTA I PUNZONI COMMERCIALI DI ULM. IN BASE AI TESTI E RIFERENDOSI AL TIPO E ALLA MATRICOLA SI RISALE All'ANNO DI COSTRUZIONE: SI TRATTA DEL 1899! (APPENA DOPO IL CONTRATTO MARINA ITALIANA)

PER MAUSER C96 SEMPLICE CESTA IN CUOIO MARRONE PER ATTACCARE IL CALCIO FONDINA IN LEGNO AL CINTURONE. MARCATO SOLTANTO 1916. ECCELLENTI CONDIZIONI

PER MAUSER C96 REPLICA FONDINA CALCIOLO LEGNO

PER MAUSER C96 REPLICA CESTA IN CUOIO PER CALCIO FONDINA.CON HA UNA TASCHINA ED E' COMPLETA DI BACCHETTONA CON IMPUGNATURA IN LEGNO PER SCOVOLARE LA CANNA.MARCATA A.PH. HOFMANN BERLIN 1916

MUNIZIONI CALIBRO 7, 63 MAUSER D'EPOCA

LUGER P.08

VEDI FINLANDIA P.08 DWM MONOMATRICOLA 1940a TRANNE PEZZETTINO 23 SOTTO LA CARTELLETTA SMONTABILE; GUANCETTE LEGNO MONOMATRICOLA A PENNA E A PUNZONE. CANNA ORIGINALE 3" 7/8 IN CAL. 7.65PB CON MARCHIO FINLANDESE, MIRINO FUORI ORDINANZA TRAPEZOIDALE TIPO LAHTI, PRIVA DI DISPOSITIVO DI AGGANCIO AL CALCIOLO. NON HA NESSUN PUNZONE CIVILE; SULLO SNODO D GINOCCHIO HA L'AQUILA IMPERIALE DI ACCETTAZIONE ESERCITO PRESSO LA DWM, NESSUNA MARCATURA DELL'ANNO DI FABBRICAZIONE SULLA CAMERA DI SCOPPIO, SICURA SEMPLIFICATA GESICHERT, UNGHIA ESTRATTORE GELADEN, MATRICOLA PER ESTESO RIPORTATA SUL LATO SINISTRO DELLA FORCELLA MICROSCOPICA C GOTICA SUL LATO DESTRO DEL FUSTO SOTTO ALLA FORCELLA. FIN QUI DOVREBBE SICURAMENTE ESSERE UNA 08 MILITARE. I SERIE COSTRUITA IN 25.000 CIRCA ESEMPLARI STIMATI FRA IL 1909, inizio della produzione ED IL 1910, DOPO DI CHE VENNE IMPRESSO L'ANNO DI FABBRICAZIONE SULLA CAMERA DI SCOPPIO. QUESTA SERIE HA UNA PRIMA NUMERAZIONE A 4 CIFRE NOTA DALLA MAT.34 SENZA LETTERA FINO ALLA 4828b PASSANDO ATTRAVERSO 9999 PEZZI CON LETTERA a; RIBRUNITA D'EPOCA HA L'HOLD OPEN (era nata senza) MODIFICA DEL '16 POTREBBE ESSERE UN REWORKED 1920/21 MA NON HO AVUTO IL TEMPO DI STUDIARMI TUTTA LA BRODA IN INGLESE. SI SA CHE FRA IL 1922 ED IL 1930 LA FINLANDIA RITIRO' CIRCA 8000 PEZZI PER LA MARINA E L'ESERCITO E NON TUTTI MARCATI SA, MA LA GUANCETTA DESTRA DOVREBBE AVERE IL DISCO DI OTTONE CON LE APPARTENENZE. VIA GERMANIA È ARRIVATA DALL'UCRAINA. POTREBBE ESSERE NATA IN 9 PARA CANNA REGOLAMENTARE DA 4", SOSTITUITA POI IN FINLANDIA CON QUELLA IN 7, 65PB. FINITA POI IN RUSSIA PREDA DI COMBATTIMENTO DELLA SECESSIONE DEL 17 (armi fornite dalla Germania fra il 1917 e 1919), OPPURE INVASIONE RUSSA DEL 1933/40, OPPURE COBELLIGERANZA CON IL III REICH 1941/44.

LUGER P.08 S/42 1938 MTR. 3428 TUTTA MONOMATRICOLA TRANNE OTTURATORE E CARICATORE CHE COMUNQUE SONO D'EPOCA. CANNA NUOVA CAL. 7.65PB. CONDIZIONI E RIGATURA OTTIME

P.08 CAL. 7, 65PB S/42=MAUSER DATATA 1941 MTR. FUSTO 3870, FORCELLA KU2944 QUASI TUTTI GLI ALTRI PEZZI HANNO FINALE 70 TRANNE UN 60, CANNA CON CROCE SVIZZERA WAFFENAMT LUFTWAFFE SUL LATO DESTRO DEL FUSTO. CARICATORE MTR.3870. COMPLETA DI FONDINA WILH BRAND HEIDENBERG 1936. CORREDATA DI ATTREZZO CACCIAVITE/CARICA CARICATORE E CARICATORE DI RISERVA. JOHN WALTHER NEL SUO LIBRO LUGER DICE CHE IL LUFWAFFENAMT ACQUISTO' PARTI DI P.08 DALLA MAUSER PRESUMIBILMENTE FRA IL 44/45 E FECE MONTARE LE PISTOLE FORSE ALLA KRIEGHOFF CHE È UNA DELLE SPIEGAZIONI DEL KU; L'ALTRA È CHE SIANO STATE ASSEGNATE AL KUNSTENFLIEGERSTAFFELN =REPARTI DI RICOGNIZIONE COSTIERA. LA MATRICOLA PIÙ ALTA NOTA CON IL PREFISSO KU È LA 3200 E LA SEQUENZA POTREBBE ESSERE INIZIATA DAL 1000 O 1001. AXIS PISTOL INVECE, PIÙ PRECISO, DICE CHE:

BYF DATATO 41, NOTI 60 PEZZI, PRODUZIONE STIMATA 2.700 PEZZI

42 DATATO 41, NOTI 44 PEZZI, PRODUZIONE STIMATA 2.300 PEZZI

S/42 DATATO 41, NOTI 3 PEZZI, PRODUZIONE STIMATA 25 PEZZI

OTTIME CONDIZIONI, RARISSIMA

LUGER P.08 RIBRUNITA CANNA RINCAMICIATA PRODUZIONI DIVERSE. SU PRENOTAZIONE

GUANCETTE LEGNO P.08 COPIA 

VALIGETTA IN LEGNO RIVESTITO IN PELLE NERA TIPO COCCODRILLO, INTERNI IN VELLUTO A COSTE E NORMALE ROSSO, SPAZIO PER LA PISTOLA CON CANNA DA 4", SPAZIO PER DUE CARICATORI, VANO MUNIZIONI CON PASSANTE PER CHIAVETTA, SPAZIO PER BACCHETTA DI PULIZIA E PASSANTE PER CACCIASPINE. COPRISERRATURA E CHIAVE CON DECORO, MANIGLIA IN PELLE. SUL RETRO MARCATA CON AQUILA E SVASTICA IN TONDO. L'AQUILA GUARDA A DESTRA E NON A SINISTRA COME TUTTE LE AQUILE DI ACCETTAZIONE MILITARE. DALL'ICONOGRAFIA CONSULTATA, LE AQUILE VOLTE A SINISTRA SONO DELLE SA E NSDAP. OTTIME CONDIZIONI

VALIGETTA COME SOPRA, PELLE NERA LISCIA CON BORDATURE INCISE, INTERNI IN PESANTE PANNO ROSSO, MARCATURA AQUILA CON SVASTICA IN TONDO SU COPERCHIO IN BASSO A DESTRA, NON SI RIESCE A CAPIRE DOVE GUARDI L'AQUILA. OTTIME CONDIZIONI

PER. P.08 CARICATORI ORIGINALI CON WAFFENAMT

PER P.08 REPLICA CALCIOLO IN LEGNO

CARICATORE CON FONDELLO IN ALLUMINIO MARCATO WAFFENAMTU 2844, CORPO RIBRUNITO

PER P.08 REPLICA FONDINA A BAULETTO CUOIO NERO CON FALSE MARCATURE E WAFFENAMT

MAUSER M.1910 CAL.6.35 MTR.62815 U CORONATO, SOTTO CAMERA DI SCOPPIO LETTERA GOTICA CORONATA CON SOTTOSTANTI KS SOVRAPPOSTI (ispezione militare imperiale?) DOVREBBE ESSERE ANTECEDENTE ALLA I G.M. OTTIME CONDIZIONI CON MOLTI PARTICOLARI ANCORA AL BLU SPECCHIO. RIGATURA ALLA FINE

MAUSER HSC CAL. 7,65. FORNITURA GLOBALE PRESUNTA ALL'ESERCITO CIRCA 75.000 PEZZI DAL 1940 AL '45 DISTINTI IN 5 VARIANTI.

MAUSER HSC CAL. 7,65. -mtr. 722310, II° variante E/655=accettazione militare aquila 655, Aquila N = banchi civili. Lotto di 5000 pezzi fra le mtr. 713182 e 740884. Finitura civile a specchio, guancette in legno. Ottime condizioni.

MAUSER HSC CAL. 7,65. matricola 774505. III° variante: accettazione militare aquila 135, aquila N = banchi civili.. Lotto di circa 4.000 pezzi fra le mtr. 745000 e 781000 .Finitura civile a specchio, guancette in legno. Ottime condizioni

FONDINA PER AUTOMATICA 7.65 o 9 corto. CUOIO MARRONE, CON PORTACARICATORE. ANONIMA per il fabbricante, MARCATA SUL RETRO CON AQUILA NAZI su M (4° VARIANTE) = MARCATURA DI APPARTENENZA ALLA KRIEGSMARINE. L'IMPRONTA INTERNA QUASI CERTAMENTE È STATA IMPRESSA DA UNA MAUSER HSC, CHE PERALTRO CI CALZA BENISSIMO. SE CONFERMATA PER HSC LA QUANTITÀ PRODOTTA STIMATA È DI 14.000 PEZZI. OTTIME CONDIZIONI

P.38

WALTHER MOD. H.P.(P.38 ANTE ADOZIONE) CAL. 7, 65 PARA (ricalibrata) WAFFENFABRIK WALTHER ZELLA MEHLIS (Thur) WALTHER'S PATENT CALIBRO 9mm MTR. 15587 (reimmatricolata 13965) WAFFENAMT ABRASI, SUL BLOCCHETTO DELLA CANNA "AQUILA N"=COLLAUDO FINALE 1940/45, PRELEVATI DALLA PRODUZIONE CIVILE PER USO MILITARE. 6.200 PEZZI IN TUTTO. OTTIME CONDIZIONI

P.38 CAL. 7, 65PB I VANDALI HANNO COLPITO ANCORA! È STATA ASPORTATA OGNI MARCATURA E SCRITTA ESTERNA A PARTE LA MATRICOLA SUL FUSTO 9089. SULLA BASE DELLA CANNA C'È LA FABBRICA IN CODICE cyq=SPREEWERK GMBH METALLWARENFABRIK BERLIN, ED IL WAFFENAMT 88; IL CARICATORE HA MATRICOLA 133J waffenamt 359. RIBRUNITA, GUANCETTE IN LEGNO NUOVE FIAMMANTI. PRODOTTE IN TUTTO 284.500 PEZZI

pistola P.38cal. 9x21byf43mtr. 3501 Z tutto WaA135. onesto ribrunito, canna con camicia nuova, guancette bakelite rossa, caricatore di produzione attuale. Si presenta bene. Marcature aggiuntive ADLERCAT.7228

FONDINA PER P.38 DI FOGGIA NON CONSUETA. NON A BAULETTO E PRIVA DEL PORTACARICATORE, ASSOMIGLIA QUASI AD UNA FONDINA DA REVOLVER MA PORTA IMPRESSE CHIARAMENTE LE IMPRONTE DELLA P.38. CUOIO NERO, LINGUA DI CHIUSURA DAL BASSO CON ASOLA, SI INSERISCE SUL BOTTONE DI ALLUMINIO FISSATO ALLA PATTA. PASSANTE PER CINTURA FISSATO CON 6 RIVETTI A VISTA. MARCATA IN OVALE "EIGENTUM der SICHERHEITSWACHE" = proprietà della sicurezza pubblica, al centro WIEN = Vienna, WAFFENAMT WaA104. ECCELLENTI CONDIZIONI SALVO UNA PICCOLA CUCITURA SUL PROLUNGAMENTO DELL'ASOLA. NON COMUNE

PER WALTHER P.38 REPLICA FONDINA A BAULETTO

CARICATORI MILITARI ORIGINALI PER P.38 CON WAFFENAMT

WALTHER PP CAL. 7, 65 MTR. 166061P BANCHI CIVILI AQUILA/N, ANNO DI PRODUZIONE PRESUNTO 1940. SOTTO IL CONTROLLO DELLO NSDAP C'ERANO MOLTI ENTI E ORGANIZZAZIONI. SEMBRA CHE SOLO ALCUNE DI QUESTE ARMI AVESSERO LE MARCATURE DI APPARTENENZA. ALLO R.J. (non È sicuro se fosse Reichs Justiz Ministerium oppure Reich Jugend) ERA ASSEGNATA CON CERTEZZA LA MATR. 161561P; LO R.F.V. (Reich Finanz Verwaltung) NE AVEVA RITIRATE CENTINAIA COMPRESE FRA LA MTR. 751000 E LA 167000P. DEL RESTO LA NOSTRA ARMA HA L'ANELLO PORTA CORREGGIOLO CHE NE FAREBBE IPOTIZZARE UNA DESTINAZIONE NON CIVILE. ARMA IN CONDIZIONI ECCELLENTI

pistolaWALTHERPP cal.7,65mtr.360380p WaA 359, aquila N su carrello e camera di scoppio. Guancette legno con zigrino e logo pressati.Caricatore marcato con fondello in plastica nera. Priva di avvisatore di colpo in canna. NESSUNA INDICAZIONE DI FABBRICA: nè LOGO né CODICE.Presunta produzione 1944. La Walther produce la PP dal 1929 al 45 per esercito,polizia, partito e mercato civile in cal. 7,65 e 9corto.AXIS dice che all’esercito ne andarono 84.000 dalla Mtr.165000P circa alla 390000P circa in 5 varianti e con in mezzo blocchi di matricole con altra destinazione. La nostra ha caratteristiche comuni alla 4° e 5°variante.Appartiene alla 4° (66000 pezzi) per mtr(da235879 a 368899) in finale di lotto; per guancette inlegno; per pulsante laterale sgancio caricatore.Alla 5° (2.500 pezzi,di cui noti 21) che dovrebbe avereil codice AC anziché il logo, per: mancanza dell’avvisatore di camera caricae perla totale mancanza di scritte identificative di fabbrica, comunque rilevataSOLOsu ALCUNE !!!!!!. essendo le caratteristiche meccaniche conformi alla 5° variante e la mtr. distante da questa solo di circa 10000 pezzi, la attribuisco a questa, alla peggio transizionale.

DireiESTREMAMENTERARA !

Buona carrozzeria appena vissuta, finitura con tracce leggere di utensile, buona rigatura in canna opaca, ottima meccanica. 

WALTHER MOD. PPK CAL. 7, 65 MTR. 371848K. PRODOTTA A ZELLA MEHLIS E DESTINATA ALLE FORZE ARMATE (WAFFENAMT 359).PARE CHE SIANO STATE DESTINATE ALL'ESERCITO SOLO 26.000 PPK; DICO DESTINATE E NON PRODOTTE IN QUANTO LE SCRITTE SONO CIVILI.

GUANCE IN BAKELITE NERE, BRUNITURA 80%, RIGATURE PERFETTE

WALTHER MOD. PPK CAL. 7, 65 MTR. 373170K. PRODOTTA A ZELLA MEHLIS E DESTINATA ALLE FORZE ARMATE (WAFFENAMT 359).PARE CHE SIANO STATE DESTINATE ALL'ESERCITO SOLO 26.000 PPK; DICO DESTINATE E NON PRODOTTE IN QUANTO LE SCRITTE SONO CIVILI. GUANCE IN BAKELITE NERE, BRUNITURA 80%, RIGATURE PERFETTE

SAUER 38H: quello che i libri non dicono

CREDEVO CHE GLI AMERICANI SAPESSERO TUTTO, INVECE SEMBREREBBE DI NO O FORSE NON LO RITENGONO IMPORTANTE. LA MIA BIBBIA PER LE ARMI CORTE DEL III REICH È LO SPLENDIDO "AXIS PISTOLS" DI JEAN C. STILL CUI ATTINGO TUTTE LE NOTIZIE CHE POI DIVULGO E PROPINO AI LETTORI DEL MIO CATALOGO. ORBENE, CIRCA DUE ANNI FA MI SONO PROCURATO TRENTA 38H CON L'IDEA CHE IN DUE GIORNI MI SAREI SBRIGATO A SMISTARLE FRA TIPI E MODELLI E METTERLE A CATALOGO. MI SONO INFILATO IN UN GINEPRAIO DA CUI NON SONO ANCORA USCITO. ES. PERCHÉ IL NOSTRO AMICO STILL DICE GROSSO MODO QUANTO SEGUE:

PRODOTTA DAL 1939 AL 1945 DALLA MATRICOLA 260000 ALLA 510000 CIRCA, TUTTE CON CANE INTERNO (da cui il nome H = HAHN = gallo per tutti ma per le armi = cane, per distinguerla dalle precedenti il MOD. 38 che invece avevano il percussore lanciato) LEVA ARMAMENTO/DISARMO CANE, SICURA AL CARICATORE, INVECE LA LEVA DI SICURA MANUALE COMPARE INTORNO AL 263500 E SCOMPARE, SALVO ECCEZIONI DALLA 489329. ANCHE LE SCRITTE CAMBIANO: DAL LOGO INTERO E INDICAZIONE DI CALIBRO SU DUE RIGHE SUL LATO SINISTRO DEL CARRELLO E PATENT SUL DESTRO, INTORNO AL 484000 SI RIDUCE ALLA SOLA INDICAZIONE DEL CALIBRO SUL LATO SINISTRO. ANCHE LA MATRICOLA VIAGGIA DAL LATO DESTRO AL LATO SINISTRO INTORNO AL 472000. A PROPOSITO DI MATRICOLE: GLI ULTIMI TRE NUMERI SONO BATTUTI ANCHE IN PUNTA AL CARRELLO, IN BASSO VERSO IL CASTELLO E, MALEDIZIONE A LORO! ANCHE DIETRO AL TRAVERSINO VERTICALE (VERTICALINO?!) DI SMONTAGGIO DEL CARRELLO. SONO TUTTE CORREDATE DI BANCHI CIVILI "N CORONATO = CROWN/N = C/N" oppure "N AQUILATO (con aquila) = EAGLE /N = E/N" A SECONDA DEL PERIODO: C/N LE PRIMISSIME, E/N LE ALTRE, PUNZONATI SUL CASTELLO, SUL CARRELLO ED IN PUNTA ALLA CANNA LATO DESTRO. LE GUANCETTE: BAKELITE NERA ZIGRINATA CON IL LOGO SU QUELLA SINISTRA, MA QUELLE DI PARTITO ANNO LE GUANCETTE IN LEGNO ZIGRINATO E PERSONALIZZATE; ABITUALMENTE È MARCATA ANCHE L'ARMA. IL CARICATORE: NASCE CON FONDELLO MACCHINATO MARCATO SS (sauer und sohn) e CAL. 7.65, POI FRA LA 332000 E 484000 COMPARE IL FONDELLO IN FUSIONE DI LEGA MARCATO SS SOLTANTO, QUINDI ARRIVANO I FONDELLI STAMPATI. ALCUNI CARICATORI SONO MATRICOLATI ALTRI NO.

LE FINITURE: COMINCIA "high polish blue" E FINISCE "military blue" CON SEMPRE PIÙ EVIDENTI SEGNI DI UTENSILE. PULSANTE SVINCOLO CARICATORE: SI FAVOLEGGIA DI ALCUNI ZIGRINATI, anziché CERCHIETTATI STANDARD, FRA LA 268303 E LA 326088. CHE ALTRO DICE? FORSE BASTA.

A CHI SONO FINITE: LE PRIME 10000 COMMERCIALI CHE SECONDO ME VUOL DIRE AL 90% FUNZIONARI DI PARTITO MARCATE O NO. NOTE MARCATE FRA IL 263000 ED IL 267000 IN DUE VARIANTI: CON SICURA E SENZA.

50000 ALL'ESERCITO MARCATE WAFFENAMT SEMPLIFICATO ALLA SOLA AQUILA STILIZZATA 37 UFFICIO DI SUHL. IN 4 VARIANTI ED UNA SUBVARIANTE. LE PRIME 1000 LO HANNO DOPPIO.

70000 ALLA POLIZIA AQUILA CON SVASTICA/C = E/C oppure /L = E/L IN TRE VARIANTI E QUATTRO SOTTOVARIANTI.

QUANTE ALLA LUFTWAFFE?: FRA IL 1940 ED IL 1942 HA RITIRATO 54500 7.65 ASSORTITE FRA WALTHER PP/PPK, MAUSER Hsc e SAUER 38H SENZA POSSIBILITA'' DI DISTINZIONE, O ALMENO COSI' PARREBBE.

POI CI SONO LE ALTRE DI PARTITO NOTE MARCATE FRA 457000 E 465000.

E LE ALTRE CHE FINE HANNO FATTO? O ALLARGHIAMO I QUOZIENTI ATTRIBUITI AD ESERCITO E POLIZIA O QUELLI ATTRIBUITI AL PARTITO. ALTRIMENTI DOBBIAMO PENSARE CHE AI CIVILI NE SIANO FINITE QUASI LA META': MA ! 

QUELLO CHE NON DICE È IL SEGUENTE:

BANCHI: A VOLTE SI TROVANO INSIEME SULLA STESSA ARMA C/N e E/N.

MATRICOLE: HO TROVATO FINO ALLA 267228 LE ULTIME TRE CIFRE DI MATRICOLA ANCHE SUL FONDO DEL GRUPPO EIETTORE, A VOLTE LE ULTIME DUE CIFRE SONO ANCHE SUL MONTANTE DEL GRILLETTO CHE AGGANCIA LA BARRA DI SCATTO, E SULLA LEVETTA DEL CANE.

GRILLETTO: IN ACCIAIO MACCHINATO E BRUNITO FINO ALLA 324954, POI GRIGIO DI FUSIONE CON INCAVO NELLA SCHIENA.

CARICATORE: I PRIMI HANNO LO SCONTRO CHE AGISCE SULLA SICURA DEL CARICATORE REALIZZATO A PERNETTO PASSANTE RIBATTUTO, GLI ALTRI STAMPATO. VARIANO OVVIAMENTE I FORI DI LAVORAZIONE SULLA FACCIA OPPOSTA DEL CARICATORE. PIÙ PICCOLO IL PRIMO, PIÙ GRANDE IL SECONDO.

FONDELLI: POGGIADITO STAMPATI DI DUE TIPI: I PRIMI BOMBATI, GLI ULTIMI PIATTI. GUANCETTE: NON TUTTE LE SINISTRE MARCATE SS, MA MARCATE MOLTISSIME ANCHE ALL'INTERNO CON MONOGRAMMA FISSO MD 43 + VARIATO: T1 verticale o orizzontale, S orizzontale oppure K orizzontale. CIFRE FISSE 242/25 SEGUITO DA r = RECHT = DESTRA SULLA GUANCETTA DESTRA E L = LINK = SINISTRA SULLA GUANCETTA SINISTRA. NULLA DI TUTTO CIO' SU QUELLE DI LEGNO.

VITI DELLE GUANCETTE: SONO DIVERSE LA D DALLA S. CASTELLO: I PRIMI HANNO UN FORO NEL GRUPPO INNESTO CANNA ALLE SPALLE DEL "verticalino" SI CI VEDE DENTRO IL TERMINALE DI AGGANCIO DI UNA MOLLETTA A FILO.

PULSANTE SGANCIO CARICATORE: È VERO !!! ALCUNI SONO ZIGRINATI !!!!!!! GIUSTO FRA LE MATRICOLE INDICATE.

QUESTO È QUELLO CHE HO VISTO ESAMINANDO LE SEGUENTI ARMI TUTTORA DISPONIBILI:

263893 CIVILE 263921 CIVILE 264052 CIVILE 265558 CIVILE 266049 CIVILE 267228 CIVILE

267715 CIVILE 270771 CIVILE 271242 E/C POL 272481 E/37x2 274569 E/37 295667 E/37

310610 E/C POL Z 320152 E/C POL Z 324954 CIVILE 329873 E/37 405138 E/37 457204 E/37

479172 E/37 481813 E/37 482416 E/37 489097 E/F POL 489668 E/F POL 490884 E/37

496187 E/37498117 E/37 499502 E/37 502103 E/37 503932 E/37

SAUER 38H CAL. 7, 65 MATRICOLA 295667 OTTIME CONDIZIONI MODELLO CON SICURA. AQUILA N, AQUILA 37 CARICATORE MARCATO. LA FORNITURA COMPLESSIVA ALL'ESERCITO È STIMATA IN 50.000 PEZZI FRA IL 1939 ED IL '45 IN 4 VARIANTI ED UNA SUBVARIANTE 3. LA NOSTRA APPARTIENE ALLA VARIANTE 2 FORNITA IN CIRCA 9.000 PEZZI FRA LE MATRICOLE 273000 E 332000.

OTTIME CONDIZIONI MA CON FINITURA APPANNATA DAL TEMPO

 

ARMI DEL III REICH DI PRODUZIONE NON TEDESCA
annessioni, preda bellica, prodotte in Stato occupato, importate

AUSTRIA (annessa marzo 1938)

STEYR HAHN 1912

NEL 1940/41 CIRCA 60.000 STEYR 12 GIACENTI NEI MAGAZZINI AUSTRIACI (annessa nel marzo 1938) VENNERO RILAVORATE DALLA MAUSER PER LA MODIFICA DEL CALIBRO E DISTRIBUITE ALLA POLIZIA TRAMITE L'ARSENALE DI VIENNA. ALTRE FINIRONO SUL MERCATO CIVILE (senza accettazione della polizia). LA POCA ICONOGRAFIA NON SEMPRE COINCIDE CON LE CARATTERISTICHE CODIFICATE. MENTRE SI ASSERISCE CHE IL Wn + Data VENNE LASCIATO, SULLA FOTO DI RIFERIMENTO NON SI VEDE.

STEYR HAHN 1912 CALIBRO 9x18 DAL 9x19 Wn15 MATRICOLA CANNA 38141 o i + G4 LATO DESTRO DI UNA CAMMA. ASSOLUTAMENTE ANONIMA TRANNE UN RESIDUO DI 15 E LA S DI SICURA SUL LATO DESTRO DEL CARRELLO. ARMA RIBRUNITA IN OTTIME CONDIZIONI DI MECCANICA FERRI E LEGNI, OTTIME GUANCETTE IN LEGNO BOMBATE, RIGATURA VISIBILE. INTONSA. DECISAMENTE NON COMUNE.

CECOSLOVACCHIA (annessione Sudeti 1 ottobre 1938, totale 1939)

Cz24t =VZ24 cal.9corto (SCHEDA STORICA IN CECOSLOVACCHIA)

Appartengono all’ultimo lotto di 70.000 pezzi consegnato dalla CZ fra il 36 ed il 38 al governo ceko. Catturate tutte dai tedeschi dopo la capitolazione del marzo 1939, vennero riciclate quasi tutte alle WAFFEN SS e POLIZIA SS, fino al 1941, quando vennero date ai finlandesi, che il 22.06 avevano dichiarato guerra alla russia. Ecco il perché dello SA. Produzione totale : 171.400 governo ceko, pochi semilavorati finiti dai tedeschi durante l’occupazione senza matricola e con il WaA 76, 1.700 alla Polonia, diverse migliaia alla Lituania . in tutto meno di 200.000

pistola VZ24 cal. 9 corto CESKA ZBROJOVKA A.B. v PRAZE leone .monomatricola CfrecciaZ 54139. accettazione militare ceka J leone 27 = 1927. appartenenza 4J 10 = 4° divisione di CAVALLERIA. Arma n°10. appartiene al secondo lotto di 80.000 pezzi fornito all’amministrazione fra l’agosto 1925 ed il gennaio 1931. ha correttamente guancette monopezzo in legno. Che potrebbero essere o di una cz22, oppure essere state zigrinate successivamente. Lo svincolo caricatore NON HA l’anello portacorreggiolo. Caratteristica questa di tutte le cz24 date alla KRIEGSMARINE . questa difatti non ha lo SA finlandese ed è stata lasciata qui dai tedeschi. E le pochissime m.24 note,date alla marina (poche centinaia di pezzi fra 24 e 27), sono tutte ex cavalleria. Sanissima finitura originale al 70%, ottima meccanica, rigatura visibile. Pezzo Decisamente particolare di un’arma poco comune

pistola VZ24 cal.9 corto CESKA ZBROJOVKA A.B v PRAZE leone. mtr.187464 canna : leone77268 . accettazione militare ceka J leone 37 (=1937) SA in rettangolo = Suomen Armeija = Finlandia), anche il caricatore. Appartiene all’ultimo lotto di 70.000 pezzi consegnato dalla CZ fra il 36 ed il 38 al governo ceko. Catturate tutte dai tedeschi dopo la capitolazione del marzo 1939, vennero riciclate quasi tutte alle WAFFEN SS e POLIZIA SS, fino al 1941, quando vennero date ai finlandesi, che il 22.06 avevano dichiarato guerra alla russia. Ecco il perché dello SA. Eccellente meccanica, rigatura molto buona carrozzeria originale con brunitura 70% Produzione totale : 171.400 governo ceko, pochi semilavorati finiti dai tedeschi durante l’occupazione senza matricola e con il WaA 76, 1.700 alla Polonia, diverse migliaia alla Lituania . in tutto meno di 200.000. arma non comune.

 pistola VZ24 cal.9 corto CESKA ZBROJOVKA A.B v PRAZE leone.monomatricola 154679 . accettazione militare ceka J leone 37 (=1937) SA in rettangolo = Suomen Armeija = Finlandia), Appartiene all’ultimo lotto di 70.000 pezzi consegnato dalla CZ fra il 36 ed il 38 al governo ceko. Catturate tutte dai tedeschi dopo la capitolazione del marzo 1939, vennero riciclate quasi tutte alle WAFFEN SS e POLIZIA SS, fino al 1941, quando vennero date ai finlandesi, che il 22.06 avevano dichiarato guerra alla russia. Ecco il perché dello SA. ottima meccanica, finitura originale 90%, canna e rigatura molto buona.guancette monopezzo in bakelite marrone scuro, zigrinate con logo CZ (modello posteriore al 1936),piccolissimo ammanco lato destro in prossimità del caricatore. anello per correggiolo applicato allo svincolo del caricatore. cat. 6445produzione totale : 171.400 governo ceko, pochi semilavorati finiti dai tedeschi durante l’occupazione senza matricola e con il WaA 76, 1.700 alla Polonia, diverse migliaia alla Lituania . in tutto meno di 200.000. Arma non comune. pistola VZ24 cal.9 corto . VEDI CECOSLOVACCHIA

CECOSLOVACCHIA OCCUPATA
cz 27 cal. 7,65 = P.M27

PISTOLA CZ27 CAL. 7.65 -fnh PISTOLE MODELL 27 Kal. 7, 65 MONOMATRICOLA267502 WaA 76: DEFINITA VARIANTE fnh SUBVARIANTE MILITARY-BLUE FINISH COMPRESE FRA LE MTR. 261000 E 400000 PER COMPLESSIVI 139000 PEZZI DI CUI UN CONSIDEREVOLE NUMERO FOSFATATI. I CECHI INIZIARONO LA PRODUZIONE NEL '27 CHE CONTINUO' SOTTO IL REICH DAL 39 AL 45 DANDO ALLA C.Z. PRIMA IL NOME DI BOHMISCHE WAFFENFABRIK A.G. E POI IL CODICE fnh. LE MATRICOLE TEDESCHE VANNO DALLA 20000 ALLA 475000. ARMA IN BUONE CONDIZIONI CON CARRELLO RIBRUNITO E FUSTO FOSFATATO, GUANCETTE DI RECUPERO POSTBELLICO

CZ38 CAL. 9 corto = P.39t

La vz24 era una bella pistola, ma nel 1936 il Vojenského techickéko letechéko ustavu (istituto tecnico dell’aviazione militare) chiedeva un’arma più semplice ed affidabile. le principali lamentele riguardavano qualche difficoltà di estrazione, la possibilità di perdere le piccole parti interne in sede di smontaggio e pulizia di campagna, e la estrema sensibilità alla sporcizia. E poi costava troppo (320 corone il prezzo minimo). Subito accontentati, nel gennaio 38 gli mandano 25 pezzi di prova della nuova cz37; si lamentano dello scatto duro (ti credo è solo in doppia azione, ma tutto quello che puoi perdere è il carrello tutto intero o il caricatore, perché di altro,a mano, non smonti nulla), ma gli piace. La commissione di studio ci ponza su e il 30.04.38 approva la vz38. ed il 14.06 ne ordina 41.000, costa anche 50 corone meno della vz24 ! ma a marzo del 39 indovina chi arriva, non invitato ? i solito krukki ! indovinato. Le trovano belle pronte punzonate e accettate (sembrerebbero tutte E7 39) dalla mtr.250000 alla 291000 e dalla B291000 alla B293000.acchiappano su tutto e lo danno così come è all’esercito (41.000) ed alla luftwaffe (si dice 3.000).finiscono e montano i semilavorati, circa 1000, senza matricola o con mtr.dell’ultimo gruppo B, finitura fosfatata anziché brunita e WaA76. Si sospettava che i tedeschi le avessero poi date ai finlandesi perché si erano trovate delle fondine per la 38 marcate SA. ORA ABBIAMO LA PROVA.

CECOSLOVACCHIA preda bellica

Pistola CZ38 cal. 9 corto mtr.289165 accettazione ceka E7leone39; SA in rettangolo anche caricatore, carrello CESKA ZBROJOVKA AKC.SPOL V PRAZE, canna incernierata Leone, eccellente meccanica, rigatura ottima in canna a specchio con qualche puntinatura di camole.

Ottima carrozzeria originale brunitura 80% cat. 5714 Pistola CZ38 cal. 9 corto mtr.287404 accettazione ceka E7leone39 ; SA in rettangolo anche caricatore, carrello CESKA ZBROJOVKA AKC.SPOL V PRAZE, canna incernierata Leone, eccellente meccanica, rigatura ottima in canna a specchio . Ottima carrozzeria originale brunitura 90% cat. 5714

POLONIA (1 settembre1939)

RADOM VIS "P.35(p)" vedi in Polonia scheda tecnica

PISTOLA RADOM VIS 35 MATRICOLA K 1344 CAL. 9X21 IN CANNA ORIGINALE INTUBATA FUSTO: DESTRA: K1344 E/77 SINISTRA: WAA77; LE GUANCETTE SI POSIZIONANO SUGLI APPOSITI PERNI FILETTATI CHE VANNO AD AVVITARSI NEL FUSTO, SOTTO ALLA GUANCETTA D : 7230 9X21 ADLER E BANCHI ITALIANI DI IMPORTAZIONE; ANELLO PER CORREGGILO;LEVA FERMO CARRELLO PER SMONTAGGIO.CARRELLO S: LOGO, A VOLERLO, SI INTRAVEDONO TRACCE DEL “P.35(P)”, NAZI/E, E/623, E/77, INTERNO 4622 QUINDI DOVREBBE ESSERE APPARTENUTO AD UN’ARMA DELLA I° SERIE 2° VARIANTE, LEVA ABBATTICANE CANNA IN BIANCO: ZOCCOLO CANNA D :E/623 3; S: NAZI/E, APPENA INTELLEGGIBILE IL PRIMO 3 E L’ULTIMO 4 DI 344, SOTTO CAMERA 883. GUIDAMOLLA IN 2 PEZZI E MOLLA IN BIANCO; GUANCETTE ECCELLENTI; CARICATORE ORIGINALE VISSUTO RIBRUNITO. OTTIMA CARROZZERIA RIBRUNITA, OTTIMA MECCANICA. APPARTIENE ALLA SECONDA SERIE PRIMA VARIANTE DALLE MTR. E8000 A M8400, GRUPPO DI 70.400 SU 313000. ARMA ORMAI NON COMUNE

PISTOLA RADOM VIS 35 MTR. L3055 INTONSA, CAL. 9X21 IN CANNA RIFATTA NUOVA FUSTO DESTRA : L 3055 E/77 -SINISTRA: WAA77, LE GUANCETTE SI POSIZIONANO SU PERNI FILETTATI SUL FUSTO; LEVA FERMO CARRELLO PER SMONTAGGIO; ANELLO PER CORREGGIOLOCARRELLO S: LOGO NAZI/E E/623 WAA77 “P.35(P)” INTERNO L3055; LEVA ABBATTICANE CANNA ADLER 9X21 BANCHI, MTR.10003. GUIDAMOLLA IN 2 PEZZI E MOLLA: IN BIANCO; OTTIMA CARROZZERIA WAR FINISH PARKERIZZATA GRIGIA, GUANCETTE ECCELLENTI; CARICATORE ORIGINALE ECCELLENTE. SECONDA SERIE PRIMA VARIANTE. DA E8000 A M8400 GRUPPO DI 70.400 PZ SU 313000. ARMA ORMAI NON COMUNE.

PISTOLA RADOM VIS 35 MATRICOLA W1485 CAL. 7,65PB IN CANNA RIFATTA. FUSTO: DESTRA : W1485 E/77; SINISTRA: E/77; LE GUANCETTE HANNO GROSSE VITI FILETTATE DIRETTAMENTE NEL FUSTO; SOTTO ALLA GUANCETTA D : 7230 9X21 ADLER BANCHI ITALIANI DI IMPORTAZIONE; PONTICELLO: S : E/77 X 2; ANELLO PER CORREGGILO; LEVA FERMO CARRELLO PER SMONTAGGIO RIBRUNITA. CARRELLO S: LOGO NAZI/E E/623 E/77, NON C’E’ PIU’ “P.35(P)”; INTERNO W1485; LEVA ABBATTICANE, SOVRASTATA DA 9000Y, SICURA DORSALE 1485. CANNA RIFATTA IN CAL. 7,65PB MARCA W MTR. 485. CORREDATA DI CANNA ORIGINALE IN BIANCO: ZOCCOLO CANNA D : 0; S: 485 NAZI/E E/623 CON SOTTO ALLA CAMERA DI SCOPPIO UN BEL BUCO PASSANTE ED ANIMA PRATICAMENTE LISCIA. GUIDAMOLLA IN 2 PEZZI E MOLLA: IN BIANCO; GUANCETTE LEGNO; CARICATORE REPLICA CARROZZERIA SANISSIMA AL METALLO BIANCO SECONDA SERIE SECONDA VARIANTE. DA M8400 A Z2000 GRUPPO DI 73600 PZ. SU 313000.ARMA ORMAI NON COMUNE. 

PISTOLA RADOM VIS 35 MONOMATRICOLA D8850 CAL. 9X21 INCAMICIATO IN CANNA ORIGINALE. FUSTO DESTRA: D8850 E/77; SINISTRA: E/77;GUANCETTE CON GROSSE VITI FILETTATE DIRETTAMENTE AL FUSTO; SOTTO ALLA GUANCETTA D : G0834; S INTONSA; ANELLO PER CORREGGIOLO, NATA SENZA LEVA FERMO CARRELLO PER SMONTAGGIO, RIVETTI AL POSTO DEI PERNI. CARRELLO S: LOGO NAZI/E E/623 E/77, NON C’E’ PIU’ “P.35(P)”, INTERNO D8850, LEVA ABBATTICANE SOVRASTATA DA E0567; SICURA DORSALE 8850. CANNA: ZOCCOLO CANNA D 7 ADLER BANCHI ITALIANI DI IMPORTAZIONE; S: 850 NAZI/E E/623, CANNA IN BIANCO INTUBATA 9X21; GUIDAMOLLA MONOPEZZO E MOLLA IN BIANCO; GUANCETTE LEGNO; CARICATORE REPLICA.TERZA SERIE PRIMA VARIANTE. DA Z2000 A H8900 (ESCLUSA LA SERIE DA B2000 A B6000) GRUPPO DI 84900 PZ SU 313000. ARMA SANISSIMA CON FINITURA ORIGINALE AL GRIGIO CHIARO. LEVA HOLD OPEN RICOSTRUITA. ARMA COMUNQUE NON COMUNE

DANIMARCA (8 aprile 1940)

BERGMANN BAYARD MOD. 1910

THEODOR BERGMANN tedesco di Germania, GRANDE PERSONAGGIO NELLA STORIA DELLE ARMI MODERNE, BREVETTA LA PRIMA PISTOLA ASSIEME A OTIO BRAUSWETTER NEL 1892. SEGUONO I MODELLI 1894, 1896, 1897, 1899 E FINALMENTE LA MARS MOD. 1903 SU CUI TRASFERISCE LA CHIUSURA A BLOCCO VERTICALE NATA NEL 1901 PER UNA MITRAGLIATRICE. NEL SETTEMBRE 1905 VIENE ADOTTATA DALLA SPAGNA NEL CALIBRO 9 BERGMANN che verrà praticamente sposato come 9 LARGO E NE ORDINANO 3000 PEZZI. E’ IL SUCCESSO. MA LA SFIGA E’ IN AGGUATO. LA COSTRUZIONE DELLE PISTOLE ERA STATA AFFIDATA ALLA SCHILLING DI SUHL, CHE NEL 1904 VIENE ASSORBITA DALLA H. KRIEGOFF, CHE PUNTUALMENTE DICE DI NON VOLER RINNOVARE I CONTRATTI CHE SCADRANNO NEL 1905! BERGMANN SI TROVA CON LE BRAGHE IN MANO E NON SA COME COMPLETARE IL CONTRATTO SPAGNOLO. PROVA A METTERE SU UNA FABBRICA NELLA SUA PICCOLA OFFICINA DI GAGGENAU MA VEDE CHE E’ IMPOSSIBILE. SCAZZO TOTALE, LOUIS SCHMEISSER LO PIANTA E SE NE VA ALLA RHEINISCHE METALLWAARE & MASCI-IINENFABRICK DI SOMMERDA, ma il fratello HUGO rimane. PIANTA LE PISTOLE E CEDE I BREVETTI DELLA MARS ALLA PIEPER BELGA NEL 1907. LA DITTA BERGMANN SI OCCUPA DI FUCILI E MITRAGLIATRICI FINO AL ‘18. NEL FRATTEMPO THEODOR SI ERA RITIRATO NEL ‘10 E NEL ‘15 ERA MORTO. HUGO SCMEISSER LASCIA NEL ‘21 E TUTTO VIENE ASSORBITO DALLA AG LIGNOSE. NEL FRATTEMPO ALLA PIEPER SI SONO TIRATI SU LE MANICHE, CANNA E CASTELLO DIVENTANO MONOBLOCCO ANZICHE’ AVVITATI, CANNA UN POCO PIU’ LUNGA, IMPUGNATURA MODIFICATA. E’ NATA LA BERGMANN-BAYARD DI CUI PORTA IL CREST DAL 1908 AL ’10 VIENE COMPLETATO IL CONTRATTO SPAGNOLO dove prende il nome di MODELO 1908, E LA GRECIA PIAZZA UN ORDINE NEL ‘13 CHE PERO’ NON VIENE COMPLETATO A CAUSA DELLA IRRUZIONE DEI SOLITI KRUKKI IN BELGIONEL ‘14. LA PRODUZIONE GLOBALE, FRA TUTTI I MODELLI CIVILI E MILITARI E’DI CIRCA 20.000 PEZZI. INTANTO NEL ‘10 I DANESI LA ADOTTANO COME MOD. 1910 E NE ORDINANO 4840 PEZZI NELLA VERSIONE SENZA CREST BAYARD E CON GLI SGUSCI NEL CASTELLO PER FACILITARE LA ESTRAZIONE DEL CARICATORE E CON GUANCETTE DI LEGNO ANZICHE’ IN “TROLIT” SINTETICHE. FINO ALLA INVASIONE DEL BELGIO RIESCONO A RITIRARE 4080 oppure 4840 a seconda delle fonti M/1910, CHE VENGONO REIMMATRICOLATE DA 1 IN AVANTI E CORONETTATE VIA VIA CHE ARRIVANO DALLA PIEPER. GLI PIACE TANTO CHE NEL ‘22 visto che la Pieper non voleva piu’ produrla, SI COMPRANO I DIRITTI E SE LA FANNO NEGLI ARSENALI DI COPENHAGEN COME M 1910/21 AD HAERENS TOJHUS CIRCA 900 FRA IL ‘22 ED IL ‘24 E AD HAERENS RUSTKAMMER 1300 FRA IL ‘22 ED IL ‘25 E CON GUANCETTE MODIFICATE PIU' GRANDI CON POGGIADITO. SE LE PIEPER TORNANO IN ARSENALE PER RIPARAZIONE, VENGONO MARCATE M. 1910/21 E APLLICATE LE NUOVE GUANCETTE.

BERGMANN BAYARD MOD. 1910 CAL. 9 B&B (9X23) MONOMATRICOLA di fabbrica 7253, MTR. MILITARE DANESE 1242. Iscrizioni: BREVETÈ S.G.D.G./ANCIENS ETABLISSEMENTS PIEPER HERSTAL LIEGE BERGMANN'S PATENT / banchi pro LIEGI / CORONCINE SPARSE DANESI. COSA SUCCEDE DOPO L'8 APRILE 1940? I SOLITI KRUKKI VANNO IN VACANZA ANCHE IN DANIMARCA! TUTTE LE ARMI CATTURATE, BERGMANN INCLUSE, VENGONO RICICLATE PARI PARI. PROBABILMENTE IL WAFFENAMT WaAC6 VIENE APPOSTO FORSE SOLO SU QUELLE CHE TORNANO PER RIPARAZIONE. SONO NOTE SOLTANTO SEI BERGMANN E TUTTE M.10/21 CON IL WaA, MA È NOTA UNA CON MTR. PIEPER 10326 PASSATA IN ARSENALE E MARCATA CORONA/DK/43 MA NON HA IL WaA. ALCUNE FURNO CONVERTITE IN 9 PARA. PER LA STORIA DANESE DELLA BERGMANN VEDERE IN DANIMARCA. OTTIMA MECCANICA, RIGATURA MOLTO BUONA, BUONE GUANCETTE LEGNO ORIGINALI PIEPER, CARICATORE STANDARD DA 6 COLPI MTR. 8402, CARROZZERIA: FINITURA ORIGINALE 80% CON QUALCHE ROSICCHIATURA. INTONSA. ESTREMAMENTE RARA.

 

OLANDA e BELGIO (10 maggio 1940)

FN BROWNING M1922 cal. 9 corto = P.641b -cal.7,65 = P.626b

Nata per soddisfare una richiesta di 60.000 pistole con canna da 114 m/m e caricatore da 8 colpi avanzata dagli Iugoslavi nel febb.1923, non è altro che una mod.10 maggiorata. La produzione iniziò nel 1923 e vennero fornite all’esercito YUGOSLAVO in allora REGNO DI SERBIA CROAZIA E SLOVENIA e OLANDESE (tutte 9corto), nonché alla polizia di DANIMARCA (7.65), BELGIO, FRANCIA, SVEZIA e CECOSLOVACCHIA(tutte 9 corto), prima della guerra. La produzione continuò sotto il III° REICH e dopo la guerra continuò fino ai primi anni ’60 per complessivi circa 760.000 pezzi.

F.N. BROWNING 10/22 CAL. 9CORTO MONOMATRICOLA ANCHE IL CARICATORE 41283, W CORONATA (REGINA GUGLIELMINA), SCRITTE FN E BANCHI BELGI, IN CULATTA DEL CARRELLO CORONCINA DI ACCETTAZIONE OLANDESE. ADOTTATA AGLI INIZI DEGLI ANNI 20 COME "PISTOOL M25 N.2". NEL MAGGIO 1940 L'OLANDA CROLLO' IN 5 GIORNI IN MANO TEDESCA, LE ARMI CATTURATE, FRA CUI LE 10/22, FURONO IMMEDIATAMENTE RICICLATE COME P641b. SOLO FRA LE MTR. 63/64000 SI TROVA IL WaA613 SENZA LA CORONA DI ACCETTAZIONE OLANDESE. OTTIMA MECCANICA, ECCELLENTE RIGATURA, CARROZZERIA VISSUTA IDEM GUANCETTE, ANELLO PER CORREGGIOLO

BELGIO preda bellica

FN BROWNING M1922 pistola cal. 9corto monomatricola 1042 sul carrello in ovale R.Y. personalizzazione ? una delle PRIMISSIME FATTE NEL 1923 !!!! ottima meccanica, carrozzeria e rigatura in canna a specchio. Guancette sostituite con moderne, idem per il caricatore. Sul fusto, appena sopra alla sicura dorsale c’è Q coronata, ma la corona è diversa da quella olandese, e poi cosa ci farebbe che il contratto olandese parte dal 1926 ? 

 

BELGIO occupazione

P.626b prodotte complessivamente 361.000 pezzi dal 1941 al settembre ’44come segue:

1941- 42.000 ; 1942-69.000; 1943-166.000 ; 1944-83.000 ; marcate una due o tre volte con i seguenti : WaA613,WaA103,WaA140, dalla mtr.20000 alla 200000 senza lettere, e dalla 1 a alla circa 31000c con cambio lettera al 100000.  

FN BROWNING M1922 pistola cal.7.65 monomtr.19627a WaA140 x 3, guancette zigrinate con marchio FN in lega color alluminio, a suo tempo verniciate in nero. La costruzione dovrebbe risalire alla prima metà del ’43 ed è la prima serie dell’ultimo lotto di circa 230.000 fabbricato dalla mtr.1a intorno alla 31000c con cambio lettera a 100000. abitualmente hanno le guancette in legno zigrinato. Questa costituisce una INTERESSANTE VARIANTE da ritenersi RARA in quanto non citata nei testi più prestigiosi.(AXIS PISTOLS). Caricatore marcato FN, Eccellente meccanica, ottima rigatura, brunitura originale 90%, appena usurata nei punti di contatto fondina. 

FN BROWNING M1922 pistola cal.7.65 monomtr. 30666c !!!!!!!!!!! WaA140 x 2. guancette conformi al lotto in legno zigrinato senza marchi FN, è UNA delle ULTIMISSIME prodotte nel 44 !!!!!!!! di cui neanche si supponeva l’esistenza,AXIS ritiene la produzione terminata a 30000 ! pezzo di ESTREMO INTERESSE collezionistico. Caricatore marcato FN 7,65 Ottima meccanica e rigatura, brunitura originale 80%, usurata nei punti classici, appena segnata da microcamolature leggerissime, ottime guancette.

FN BROWNING M1922 pistola cal. 7,65 monomatr.151481, ATTENZIONE !!!!!

AQUILA NAZI C = POLIZIA ! è talmente RARA che AXIS ignora che la polizia nazi ne abbia Mai avute, difatti non le cita! dovrebbe risalire ai primissimi del’43, verso la fine di produzione del primo lotto di 130.000 per l’esercito.caricatore marcato FN 7.65, ottima meccanica, eccellente rigatura in canna a SPECCHIO. Brunitura originale 80% con rugginosità stratificata sul 30% del carrello.Buone guancette in bakelite nera, zigrinate con marchio FN . RARITA’ ASSOLUTA !

F.N. HP MOD. 35, CAL.7.65PB, MTR. 26908 CON ALZO A TANGENTE E SCANALATURA PER IL CALCIO. BANCHI CONTROLLO MILITARE BELGA. LE ARMI COSTRUITE SOTTO L'OCCUPAZIONE TEDESCA E RECANTI IL WaA613 PARTONO DALLA MTR. 45000 CIRCA INVECE TUTTE LE ARMI CATTURATE E RIDISTRIBUITE NON FURONO MARCATE CON IL WaA. TUTTE QUESTE ERANO DEL TIPO CON ALZO A TANGENTE E SCANALATURA PER IL CALCIOLO. UNA DI QUESTE HA LA MTR. 20191. ARMA MOLTO BUONA.

BROWNING MOD HP35 CAL 7, 65PB MATR.195503 CON WaA 140 E TACCA DI MIRA FISSA. PERFETTA MA CROMATA (SIC!)

FONDINASPECIFICA PER HP 35in cuoio nero a bauletto. Marcata internamente a matita copiativa ? Winnekes 31019,un timbro rosso che non riesco a decrittare (6 o 7 lettere), a matita R24 o 29. sul retro 31019, sulla patta, fra bottone e passantino il logo GECO. Geco, unitamente ad Akah, era importatore di materiale, armi incluse, non di stretta ordinanza, marcate Geco ci sono Beretta 34, CZ27, Astra 200 e Llama. Akah,fra le altre, invece ha marcato le GALESI. Eccellenti condizioni.

SPECIFICA FONDINA PER HP 35 TEDESCA CUOIO MORBIDO

 

FRANCIA (20 giugno 1940)

P.625f SACM 1935A

NEL 1935 FINALMENTE I FRANCESI PENSAVANO DI CORONARE GLI STUDI INIZIATI DOPO LA PRIMA GUERRA MONDIALE PER DOTARSI UNIFORMEMENTE DI UNA PISTOLA AUTOMATICA DEGNA DELL'IMPIEGO MILITARE CON CUI RIMPIAZZARE IL VASTISSIMO CAMPIONARIO DI AUTOMATICHE DI CUI SI ERANO DOTATI. FECERO UNA BELLISSIMA PISTOLA CHE INFLUENZO' ADDIRITTURA GLI SVIZZERI (SACM e SIG infatti collaborarono) MA CHE MANCO' LO SCOPO, INFATTI IL 7, 65 LUNGO, DI PRESUNTA DERIVAZIONE DAL 30 PEDERSEN, È BEN LUNGI DALLA POTENZA DEL 9 PARA. COMUNQUE NEL 1935 FU A PUNTO IL MODELLO DEFINITIVO CHE VENNE ADOTTATO COME "PISTOLET AUTOMATIQUE MODELE 1935A" E LA SACM= SOCIETÈ ALSACIENNE DE CONSTRUCTIONS MECANIQUES DI CHOLET IN ALSAZIA NE INIZIO' IMMEDIATAMENTE LA PRODUZIONE CHE VENNE DISTRIBUITA FRA MARINA ESERCITO E AVIAZIONE. QUANDO IL 20 GIUGNO1940 LE ARMATE TEDESCHE IRRUPPERO, NE ERANO STATE COSTRUITE SOLO 9.500, LA PRODUZIONE NAZI RIPARTI' IL 15.10.40 E CESSO' IL 28.04.44 - ERANO STATE PRODOTTE 23.850 PEZZI DI P. = Pistole 625 (codice di modello attribuito) f = Frankreich = Francia. DALLA MATRICOLA B701A ALLA D4550A, ABITUALMENTE LE ARMI VENIVANO PARKERIZZATE E QUINDI SMALTATE A FUOCO IN NERO E LE GUANCETTE ERANO IN GOMMA NERA DURA ZIGRINATE.

LA PRODUZIONE PROSEGUI' FINO AL 1950 PER COMPLESSIVI 85.000 PEZZI CIRCA DI SUI 61.000 CIRCA PER LA FRANCIA.

P.625f = SACM 1936 CALIBRO 7, 65L. MATRICOLA B4482A WaA 251. LA NOSTRA È MOLTO INTERESSANTE PERCHÉ È NELLE PRIME 4000 FATTE SOTTO L'OCCUPAZIONE TEDESCA. HA LA SUA FINITURA ORIGINALE PARKERIZZATA 90% SENZA TRACCE DI SMALTATURA ED HA LE GUANCETTE IN LEGNO. BUONA CARROZZERIA, OTTIMA MECCANICA E RIGATURA. COMPLETA DI DUE CARICATORI DI SCORTA MARCATI 35-A

- P.625f = SACM 1935A CALIBRO 7, 65L. MATRICOLA B1831A WaA 251. LA NOSTRA È MOLTO INTERESSANTE PERCHÉ È NELLE PRIME 1200 FATTE SOTTO L'OCCUPAZIONE TEDESCA. HA LA SUA FINITURA ORIGINALE 99, 9%. ECCELLENTI CONDIZIONI DI CARROZZERIA. BUONA MECCANICA E RIGATURA

 

YUGOSLAVIA preda bellica (aprile 1941)

F..N. BROWNING 10/22 CAL. 7,65 incamiciato dal 9 corto. MTR. 58319 miliatre yugoslava/Mtr. Prod. F.n. 258619 dentro al carrello, e questo e' un mistero perche' in teoria e' una matricola che non esiste come M1922, ma direi che e' la prova che sono stati presi dei carrelli pronti delle 1910 e adattati di corsa per completare in fretta le consegne! Marcature ordinarie FN lato sinistro. Sul carrello parte sup. Crest Yugoslavo. Lato destro in cirillico scritta di appartenenza alla stato yugoslavo. Fra il 1923 ed il 1925 le FF.AA Yugoslave acquistarono 60.000 pezzi dalla FN, la maggioranza immatricolate fra 1 e 60.000. Nell'arpile 1941 la Yugoslavia, in due settimane, venne occupata dalle forze dell'Asse. Le armi catturate: in parte vennero usate dai tedeschi (senza apposizione dei WaA, in parte date in dotazione agli Ustascia di Ante Pavelic e successivamente anche ai cetnici nazionalisti che vennero "convinti" a collaborare contro i partigiani titini. Arma in eccellenti condizioni, caricatore marcato F.N. 9 mm    

ITALIA OCCUPATA (disarmo dopo 08.09.43)

Il 25.07.43 h.02,40 alla fine della riunione del gran consiglio del fascismo è approvato l’ordine del giorno GRANDI che invita il DUCE a rimettere i poteri al RE. H.11,00 IL maresciallo BADOGLIO è nominato capo del governo. Nel pomeriggio h. 17,30 il DUCE viene fatto arrestare dal RE (verrà confinato al GRAN SASSO). Il 3 settembre a CASSIBILE, il generale CASTELLANO firma l’armistizio. NESSUNO HA IL CORAGGIO DI DIRLO ALLA NAZIONE.

L’ 8 settembre alle h.16,30 ora italiana RADIO NEW YORK dà la notizia. Alle h.19,45, BADOGLIO legge alla radio il comunicato dell’armistizio. Lascia nella merda TUTTE LE FORZE ARMATE ITALIANE senza ordini precisi. Solo quella maledetta frase “reagiranno a eventuali attacchi di qualsiasi altra provenienza “.

Nella notte gli ALLEATI sbarcano a SALERNO incontrando la furiosa resistenza degli uomini di VON VIETINGHOFF. Intorno a Roma le divisioni ARIETE, PIAVE e GRANATIERI contrastano i tedeschi.

09.09.43 h.05,10 MOLTO EROICAMENTE, BADOGLIO con RE SCIABOLETTA SCAPPANO a rifugiarsi nelle sottane degli americani. Per quel lurido individuo cosidetto RE E IMPERATORE VITTORIO EMANUELE III° (cui i nostri soldati avevano giurato fedeltà e la ONORAVANO affrontando i tedeschi), questa fu una inequivocabile fuga di fronte al NEMICO per la qual cosa durante la I°GM aveva fatto fucilare una moltitudine di operai e contadini in uniforme. Questi due LOSCHI INDIVIDUI e la classe dirigente italiana del tempo, come al solito imbecille e corrotta, sono i diretti ed immediati responsabili di un fiume di sangue. Cito solo un nome CEFALONIA. Loro e non i tedeschi.

Questi ultimi, incazzati come belve, si sono comportati di conseguenza, con lo stile NAZI ampiamente noto e ASSOLUTAMENTE PREVEDIBILE. Per farla breve, sennò ho un travaso di bile, i tedeschi disarmano le FF.AA italiane lasciate nella più totale confusione ed affidate alle scelte personali ed alla coscienza degli UFFICIALI.

Un rapporto del generale JODL allegato agli atti del PROCESSO DI NORIMBERGA,riassume il bottino:

1.255.660 fucili, 38.383 mitragliatrici, 9.986 cannoni, 15.500 automezzi, 970 carri armati,autoblinde e semoventi; 123.114.000 litri di carburante per veicoli, 67.600 fra cavalli e muli, 2.867 aerei di prima linea, 1.686 altri aerei, 10 navi da guerra, 51 navi da guerra minori, vestiario sufficiente per 500.000 uomini.

 Tutto materiale immediatamente riciclato ed usato sui vari fronti o ceduto alla R.S.I.

09.09.43 ROMA a PORTA SAN PAOLO il REGIO ESERCITO e la POPOLAZIONE si oppongono all’avanzata dei tedeschi di KESSERLING

10.09.43 soverchiate,le truppe che difendono ROMA capitolano e firmano la resa.

12.09.43 sulle montagne sopra a CUNEO inizia la GUERRA DI LIBERAZIONE PARTIGIANA.

27.09.43 NAPOLI iniziano le 4 GIORNATE: la popolazione insorge contro i tedeschi che il 1° ottobre dovranno lasciare la città.

ITALIA R.S.I. ALLEATA L’INDUSTRIA ITALIANA ED IL III° REICH

Il  12.09.43  Mussolini  viene liberato dai paracadutisti tedeschi di  OTTO  SKORZENY  e portato  al  quartier generale di HITLER.   È’ PRATICAMENTE UN FANTASMA.

IL 18.09.43  Mussolini da RADIO  MONACO  annuncia la costituzione del  PARTITO  FASCISTA  REPUBBLICANO   e  DELLA   R.S.I. (repubblica  sociale  italiana).

  23.09.4 23.09.43 prende vita il nuovo governo a  SALO’  (BS),  da  cui  REPUBBLICA  DI  SALO’  . Viene riconosciuto  esclusivamente dai governi  dell’ ASSE  e dai suoi satelliti.

Quale fossero le vere intenzioni non lo sapremo mai. A Mussolini  era comunque ben chiaro che la farsa era finita. Non  venne  più  impressa  l’ERA  FASCISTA  sulle  armi  prodotte. Visto che  Mussolini  disse  LA  TERRA  AI  CONTADINI  E  LE  FABBRICHE  AGLI  OPERAI, forse  voleva saldare  qualche  conto  con  i poteri  forti  che  sicuramente lo  avevano  sempre  condizionato,  forse  la  sua  anima  socialista  ebbe  un rigurgito, chissà .

Restano comunque  due  fatti  chiarissimi.

 1° Era un GOVERNO  FANTOCCIO  nelle  mani  di Hitler . 

 2°  da  quel  momento  gli  italiani  non  erano  più  SCHIAVI  DEL  REICH  ma  tornavano  ad  essere  ALLEATI, seppur  sotto  tutela. 

Da progressista, antifascista, antiducista  e  nemico di tutti gli imperialismi di qualsiasi colore o retorica, onoro il dovere  di  ricordare  che  Mussolini  raccomandò  moderazione  e  non fomentò rappresaglie , anzi raccomandò che non fosse versato  sangue  fraterno.

Voglio  anche  dichiaratamente ONORARE  la  memoria  dei  RAGAZZI  DI  SALO’  che  in  buona  fede  si  immolarono per  l’ONORE  D’ ITALIA  oltre a tutti  coloro che  sacrificarono la vita  per liberare la PATRIA  ed  instaurarvi  finalmente  la DEMOCRAZIA, con la speranza che fosse foriera di GIUSTIZIA  SOCIALE  E  PIENA  LIBERTA’.

Come tutti possiamo ben vedere le cose andarono molto diversamente. 

I LADRI  hanno  cambiato  casacca  alla  velocità  della  luce  ed  hanno  continuato indisturbati a riempirsi le tasche  dei  nostri  soldi  alla  faccia  dei morti  per  l’onore e la  libertà d’Italia.

Ma indovinate un po’ chi  furono i  soliti  ignoti  a guadagnarci  nell’orgia di  sangue  che  ne seguì.

I tedeschi rimettono tutti al lavoro, il 14 settembre a TORINO ed il 16 a MILANO.  Ma dopo il 23  non possono più rapinare, DEVONO  PAGARE  !  e lo faranno per  contanti. Razionalizzano l’industria bellica, cosa che non era mai riuscita al nostro Mussolini .  Dal  15.09.43  al  30.04.44  vengono  spediti  in germania  3.371  vagoni di  merce per  un controvalore di lire del tempo di 2.645.055.440.- e questo solo per  beni  di  consumo destinati  alla popolazione  tedesca.

L’industria degli  armamenti  fornì di tutto, semilavorati e parti  fra cui  : pistoni, bielle e monoblocchi  dei PANZER IV  e  alcune componeneti della  strumentazione  direzionale delle V2 .  Tenuto conto dei bombardamenti e altri disagi vari, L’industria  produsse per i tedeschi di più e meglio  che  per l’interesse  nazionale negli  anni  precedenti.

Un rapporto  consuntivo  “segreto” del  GENERALBEAUFTRAGE  FUR  ITALIEN  DES  REICHMINISTER  FUR  RUSTUNG  UND  KRIEGSPRODUCTION  datato  10.12.1944  ci  informa  dettagliatamente delle  forniture  militari  terrestri  dell’industria  italiana  al Reich  relative  al  periodo  10.10.43 / 30.10.44 .

Per  il nostro  più  immediato  interesse  risulta che vennero  forniti :

MITRA  MAB      pz    35.234

PISTOLE              pz    53.725

FUCILI  91/41      pz.   41.650  in 7,92 ?

CARABINE 91a   pz.   18.991  in 7,92 ?  moschetto 38  o  38TS ?

CARABINE 91b   pz.   23.217       “                “                      “

Il problema è: NUOVE COSTRUZIONI o MODIFICHE di preesistenti ex bottino da disarmo ?

La rapidissima  conclusione del conflitto  nell’aprile del ’45, unitamente alla  difesa degli impianti  da parte degli  operai  e spesso  dal fatto che le forze R.S.I., che  li  presidiavano,  li consegnarono intatti  ai  PARTIGIANI,   salvò  quel  che  rimaneva della struttura  industriale  dalla  distruzione  TOTALE  programmata dell’inferocito occupante.
Quindi : i  PADRONI  ci  hanno  sparato  il fascismo  nel  culo,  hanno  guadagnato su  tutte  le  sue avventure,  hanno  guadagnato  rifornendo l’alleato invasore,  non  hanno  fatto  nulla  per  impedire  il  massacro  e  si  sono  fatti  difendere  le  fabbriche  dal  popolo che avevano  sempre sfruttato  .  Ora invece, il popolo,  lo  pigliano per il culo e lo fanno  votare  in  massa  per  la   BANDA  BERLUSCOTTI  che   giornalmente, per interesse  STRETTAMENTE  PERSONALE, demolisce  50 anni di sudate  conquiste.
Ma  in cambio ci danno il  GRANDE  FRATELLO  !  come facciamo  ad  essere  così  abissalmente  COGLIONI ? Già che ci sono, ringrazio  pubblicamente  per  i servizi  resi  alla  patria, quei due personaggi  da  fogna  che rispondono al cognome  di  D’ALEMA  &  BERTINOTTI  !  Per interessi  personali e di bottega hanno affondato in 30” netti  l’unico governo credibile (seppur pesantemente condizionato )  per l’interesse di  TUTTI,  che l’Italia  fosse  mai  riuscita ad  esprimere.

 

91/38TS CAL.7.92 MARCATO 4UT IN OVALE (=WAFFENAMT) TERNI R.E. CORONATO 1941 XIX MTR.26953, S SULLA CULATTA; FERRI MOLTO BUONI, RIGATURA ECCELLENTE, BUON LEGNO, COMPLETO DI BACCHETTA ORIGINALE RARISSIMO

91/38TS CAL. 7.92 MARCATO 4UT IN OVALE (=WAFFENAMT) TERNI R.E CORONATO 1941 XIX MTR. 6221, S SULLA CULATTA; SU ATTACCO MANUBRIO RS, BUONI FERRI E LEGNI, RIGATURA ECCELLENTE RARISSIMO

PACCHETTO DI ALIMENTAZIONE PER '91 SPECIFICO PER CAL. 7,92 (5 COLPI)

DISPONIBILE BAIONETTA PER 91/38 TS MARCATA 4UT IN OVALE

 

LA BERETTA ED IL III REICH

QUANTO SEGUE È DESUNTO DAGLI INCONTRI E DALLA CORRISPONDENZA INTERCORSA FRA ROBERT WHITTINGTON E ALESSANDRO VITI (giovane impiegato della Beretta al tempo della occupazione tedesca). DOPO L'8 SETTEMBRE 43 I TEDESCHI CONFISCARONO QUANTE PIÙ ARMI POTERONO, DOPO LA COSTITUZIONE DELLA R.S.I. INVECE COMPERARONO QUASI TUTTA LA PRODUZIONE E PIAZZARONO UNA COMPAGNIA DI SS NELLO STABILIMENTO DALL'OTTOBRE 43 ALLO APRILE 45. VITI CONFERMA CHE IL WaA162 VENNE APPOSTO SOLO SU POCHISSIME ARMI, ABITUALMENTE SI APPONEVA IL 4UT, SUCCESSIVAMENTE I TEDESCHI INSISTETTERO PER NON RULLARE LE ARMI CON LE DICITURE PER FARE PIÙ IN FRETTA.

MODELLO 34 CALIBRO 9 CORTO

NE VENNERO FORNITE 18.903. DALLA MATRICOLA 0001AA ALLA 10000AA FRA APRILE E LUGLIO 44 E DALLA 0001BB ALLA 8903BB DOPO IL LUGLIO 44 FINO ALLA FINE.

MODELLO 35 CALIBRO 7, 65 R.E. FRA CUI ALCUNE ALLA R.S.I. E POCHISSIME COMMERCIALI DALL'OTTOBRE 43 AL MARZO 44 FRA LE MATRICOLE 500000 E 509000.
16000 FRA MARZO E GIUGNO 44 MATRICOLE DA 509001 A 525000.
R.E. FRA GIUGNO 44 E AGOSTO 44 MATRICOLA DA 525001 A 534000 FRA CUI ANCHE PER IL GIAPPONE.
65000 FRA AGOSTO 44 E FEBBRAIO 45 MATRICOLE DA 534001 A 599000.
17000 FRA FEBBRAIO 45 E APRILE 45 MATRICOLE DA 599001 A 616000 FRA CUI ANCHE PER R.S.I. 116000 TOTALI CIRCA
Inoltre da lettera ufficiale Beretta del 13.01.88 risulta che:
le seguenti armi sono state vendute al comando tedesco di COMO nelle date indicate
501680 -11.01.44 505470 - 08.01.44 529473 - 29.08.44 612520 - 17.04.45

BERETTA MODELLO 35 MONOMATRICOLA 585468 1944 FA PARTE DEL LOTTO DI 65.000 PEZZI INTERAMENTE VENDUTO AL COMANDO TEDESCO IN ITALIA FRA L'AGOSTO 44 ED IL FEBBRAIO 45 DALLA MTR. 534001 ALLA 599000. OTTIME CONDIZIONI, ANELLO PORTA CORREGGIOLO RIMOSSO, BUONA RIGATURA

BERETTA MOD.35 CAL. 7, 65 MTR.600150 (febbraio 1945) 4UT=WAFFENAMT QUINDI COSTRUITA PER I TEDESCHI. RIBRUNITA PRIVA DI SCRITTE IDENTIFICATIVE DI MARCA; COME NUOVA

BERETTA 35 CALIBRO 7, 65 MATRICOLA 614589 (aprile 45) iscrizioni carrello: P.BERETTA - Cal. 7.65 - Brevettata / Gardone V.T. 1944; fusto: lato sinistro 4UT IN OVALE destro MATRICOLA. CANNA FNA. ARMA RIBRUNITA IN OTTIME CONDIZIONI

BERETTA pistola mod.35 cal. 7,65 4UT = AI TEDESCHI, mtr. 594001 canna 4001 anno 1944 fine (al 24 ottobre veniva data ai tedeschi la 556030 finitura war finish, ottime condizioni .

IMPORTAZIONI DALLA SPAGNA

600/43 ASTRA 600 CAL. 9PB (intubata in 7,65Pb) canna originale marcata PIST.PATR.08, MONOMATR. 4670, WaA D20. ASTRA UNCETA y COMPANIA SA GUERNICA ESPANA. Banchi commerciali spagnoli.
A richiesta dei tedeschi, che volevano un'arma più compatta della 400, alla Astra, nel 1943 svilupparono la 600 in 9 para. Le prime 50 matricolate da 1 a 50 costituirono campionatura di prova. Il 16/05/44 ne vennero inviate 2.950 (da 51 a 3000), il 23/06/44 altre 5.000 (da 3001 a 8000) ed il 16/07/44 altre 2.500 (da 8001 a 10500) per complessive ovviamente 10.500. La chiusura del confine francese a seguito degli sbarchi degli alleati impedì la consegna del secondo contratto di 28.000 pezzi (mtr. da 10501 a 38500 che difatti non hanno il WaA. Quindi la nostra appartiene alla spedizione del 23/06/44.OTTIME CONDIZIONI DI FERRI, GUANCETTE E MECCANICA, BRUNITURA ORIGINALE 40%, QUALCHE ROSICCHIATURA LEGGERA.ARMA RARA

PISTOLA ASTRA 1911 CAL. 7,65 MAT. 7883. CATTURATA DAI PARTIGIANI ITALIANI AD UN TEDESCO MONTA UN CARICATORE 7,65 MARCATO MAUSER APPOSITAMENTE ADATTATO. BUONA RIGATURA, OTTIMA MECCANICA, CARROZZERIA INGRIGITA. CURIOSITA'.   

NASTRI E TIRANASTRI PER MG34 E MG42

PER MG34 E 42 CESTO METALLICO COMPLETO DI DUE TAMBURI PORTANASTRO. PERFETTO. MARCATO

PER MG 34 2 42 TROMMEL PORTANASTRO D'EPOCA MARCATO, RIVERNICIATO IN VERDINO IN QUALCHE PAESE DELL'EST.

NASTRI ORIGINALI ECCELLENTI CONDIZIONI MARCATI

CUSTODIA IN CUOIO PER KIT PULIZIA MG42 CON WAFFENAMT   BRETELLA PER MG42    arma disattivata
MITRAGLIATRICE MG42 CON WAFFENAMT TREPPIEDE PER MG42 CON OTTICA HENSOLDT/WETZALR.PRODUZIONE POST-BELLICA

Ta fotograficzne dla dzieci 17
Ta
Ta fotograficzne dla dzieci 95
Pluszowa - fotografia dziecica i okolicznociowa - Home Facebook
Ta fotograficzne dla dzieci 29
Fotografia dziecica: Nowe zaproszenia foto - sesyjne
Ta fotograficzne dla dzieci 24
Joanna Zieliska - fotografia (blog)
Ta fotograficzne dla dzieci 63
Aparaty
Ta fotograficzne dla dzieci 83
Zajcia
Ta fotograficzne dla dzieci 30
Ta fotograficzne dla dzieci 98
Ta fotograficzne dla dzieci 72
Ta fotograficzne dla dzieci 6
Ta fotograficzne dla dzieci 28
Ta fotograficzne dla dzieci 25
Ta fotograficzne dla dzieci 63
Ta fotograficzne dla dzieci 75
Ta fotograficzne dla dzieci 43
Ta fotograficzne dla dzieci 85